contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Attualità
Il sindaco e l'assessore Suvilla hanno trasmesso la notizia di reato alla Procura della Repubblica di Milano
Il Comune di Vigevano denuncia Trenord: interruzione di pubblico servizio
Nel mirino le cancellazioni programmate di treni e bus sostitutivi, comunicate con 4-6 ore e anche un giorno d'aniticipo
pubblicato il 14 maggio 2018 alle ore 15:47

Il Comune di Vigevano ha denunciato Trenord per interruzione di pubblico servizio sulla linea ferroviaria Milano-Mortara. Il sindaco Andrea Sala e l’assessore ai trasporti Furio Suvilla hanno trasmesso alla Procura di Milano una comunicazione di notizia di reato dopo i disservizi degli ultimi mesi. In particolare l’attenzione si è concentrata sulle soppressioni programmate, come quelle dei collegamenti sostitutivi di autobus delle serate del 10 e 11 febbraio in partenza da Milano Porta Genova. «Sono state decise e comunicate in anticipo - dice Suvilla - per ragioni come l’impossibilità di garantire la sicurezza dei conducenti. Chi gestisce un servizio pubblico non può cancellarlo perché non è in grado, deve adottare le misure necessarie. Le soppressioni devono essere dovute a fatti imprevedibili, non possono essere programmate dallo stesso gestore. Ce n’è almeno una al giorno, soprattutto nelle ore di punta, per rotture di materiali o carenze di personale, comunicate da Trenord quattro-sei ore ma anche un giorno prima».
«Con questo atto - aggiunge il sindaco Andrea Sala - mandiamo un messaggio forte e chiaro: noi siamo dalla parte dei pendolari, quelli che pagano e hanno diritto a ricevere un servizio corretto». Nessuna remora per il fatto che l’amministrazione di Vigevano è targata Lega Nord così come la Regione e la stessa Trenord: «Io sono sindaco di tutti i vigevanesi - dice Sala - la Regione è anzitutto l’ente che affida il servizio e che deve controllarlo. Questo è un assist alla Regione in vista del prossimo contratto di servizio». Il sindaco precisa che la decisione di rivolgersi alla magistratura è arrivata dopo numerosi tentativi di portare il problema nelle sedi politiche: «Abbiamo fatto venire qui l’assessore e siamo andati due volte in Regione. Non è bastato».

Claudio Bressani
Commenti
Altre notizie di Attualità
Difesa del Made in Italy, Ciocca: diciamo no all'Europa dei tarocchi
“Non più tardi della scorsa settimana in Europa è accaduta una cosa folle: la Commissione europea ha infatti deciso che per i prodotti trasformati…
Lutto a Gambolò per la morte di Marco Acquaotta
La città di Gambolò è in lutto per la scomparsa di Marco Acquaotta, 53 anni, deceduto questa mattina (lunedì) per una grave malattia. Agricoltore,…
La scomparsa del dottor Paolo Vella
Un grave lutto per il mondo sanitario e sociale di Vigevano e del territorio. Nella notte è scomparso improvvisamente, stroncato da un malore, il…
Tutti in campo per dare un calcio al bullismo
Una partita di calcio amichevole tra gli studenti dell’I.T.C.T. “Bordoni” di Pavia e i carabinieri del Comando Provinciale di Pavia. L'evento di…
Asfalti martoriati, il sindaco lancia un ultimatum a cinque società
Avranno tempo trenta giorni per eseguire i ripristini «a regola d’arte» e la messa in sicurezza di tutti gli scavi eseguiti sul territorio…
In attesa del Giro d'Italia, ecco la Notte Rosa
Giovedì 24 maggio partirà da Abbiategrasso l'attesa tappa del Giro d'Italia diretta a Prato Nevoso. La città si sta preparando al grande evento…