contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Tempo Libero
Al teatro Cagnoni la serata di chiusura della rassegna "A Vigevano Jazz"
Domani sera tutta l’energia del grande Tullio De Piscopo
«Ho avuto un'infanzia difficile, fatta di povertà e problemi. Era il Dopoguerra. Ma già avevo la musica nella testa. Mentre sentivo i miei genitori che discutevano dei problemi quotidiani, di notte, io pensavo a come poter realizzare il mio sogno. A come diventare il batterista più importante d’Italia». Tullio De Piscopo ha dedicato tutta la sua vita alla musica e, in una tappa della sua carriera straordinaria, domani sera (venerdì) alle 21 sarà anche a Vigevano al teatro Cagnoni, nell’evento che suggella la rassegna “A Vigevano Jazz”. Sarà accompagnato dalla Big Band Jazz Company.
pubblicato il 17 maggio 2018 alle ore 16:05

Il batterista e percussionista napoletano, classe 1946, nell’ambito di “Tempo!” proporrà al pubblico un concerto antologico nel corso del quale rivisiterà la sua lunghissima carriera di straordinario solista e inimitabile showman: gli spettatori ascolteranno brani per sola batteria, gli storici assoli noti come “Drum conversation”, pezzi di grande successo tratti dal suo repertorio pop e intramontabili standard jazzistici. Inoltre accompagnerà la Big Band Jazz Company del maestro sassofonista Gabriele Comeglio. Ma lui, che ama il suo mestiere in modo viscerale e che (citando il grande bluesman Robert Johnson) «sente lo studio di registrazione impregnato di musica», ha voglia di raccontare i dettagli e soprattutto le emozioni che lo spingono ad affrontare la serata. Non una come tante, ma l’ennesimo tassello di chi, ogni volta, affronta il palcoscenico come se fosse all’esordio. «Qualche brano – aggiunge De Piscopo – sarà dedicato al maestro del blues, Pino Daniele. Una figura di cui non tutti, ancora, riconoscono la grandezza. Ma purtroppo è così, soltanto dopo che muori ti riconoscono qualcosa. Io ho lavorato con Astor Piazzolla, uno dei più grandi, il maestro del tango. Ma ha fatto successo “dopo”. In vita è passato in una specie di esilio tra Italia e Francia, lontano dalla sua Argentina. La sua voglia di fare musica era assoluta, aveva intuizioni geniali, mi coinvolgeva. Rimanevo in studio anche dopo che se ne andava, da solo, per sentire l’atmosfera. Era impregnata di musica. Questo è il modo di imparare a suonare, con le sensazioni e la passione. Non si finisce mai. Io ho una scuola di musica ma, mentre insegno ai ragazzi, apprendo. La batteria è uno strumento in costante evoluzione e non finirà mai di esserlo». La serata è ad ingresso libero, ma con prenotazione obbligatoria chiamando il numero 0381.82242.


Oltre agli appuntamenti con la musica dal vivo, la terza edizione di “A Vigevano Jazz” sabato 2 giugno (ore 17, ingresso libero): nel ridotto del Teatro Cagnoni propone la masterclass di Alfredo Golino, batterista di fama internazionale, che nel corso della sua brillante carriera ha suonato, su disco o in tour, con artisti del calibro di Mina, Celentano, Joe Cocker, Tina Turner, Renato Zero ed Eros Ramazzotti. Golino è stato, inoltre, batterista della big band della Rai di Milano per diversi anni e ha collaborato con molte stelle del jazz, tra cui Gerry Mulligan, Phil Woods e Art Farmer.

Davide Maniaci
Commenti
Altre notizie di Tempo Libero
Cercasi passione: Doppio Malto arriva a Vigevano
Il cortile della Cavallerizza di Vigevano ospita ancora una volta un evento dedicato alla buona cucina, al mondo della birra artigianale e anche un’…
Una festa di compleanno tra i fumetti
Personaggi in costume, realtà virtuale, manga, videogiochi. «Gli espositori del Festival del fumetto di sabato a Valle - racconta Rotondo - saranno…
Il festival si fa... in strada
Il Music festival anticipa i tempi e arriva "in strada". Nel tardo pomeriggio di mercoledì 20 giugno la musica in perfetto stile New Orleans…
È tempo di "dolcissima"
Da questa sera (venerdì) fino al 17 giugno la “dolcissima” di Breme sarà protagonista della sagra più attesa dell’estate lomellina. Chi vorrà…
Tutto pronto per "Il saccheggio di Gambolò"
Domani (sabato) la città di Gambolò si risveglierà nel passato. Più precisamente nell’anno 1859, quando avvenne un episodio conosciuto come “Il…
"Notte delle anime" e "Festa dell'arte": doppio appuntamento nel borgo lomellino
«Hai mai passeggiato fra le lucciole nel pallido plenilunio? Hai mai incontrato falconieri, maniscalchi, amanuensi, dame e cavalieri medioevali?». …