contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Tempo Libero
Si avvia alla quarta ristampa il romanzo per ragazzi di Fiammetta Rossi, "La strana bottega del signor Balaji"
Una scrittrice... ispirata dal Ticino
pubblicato il 7 luglio 2018 alle ore 14:09

È stato, dice lei, il ticino ad ispirarla. Una fonte insolita per chi ha appena scritto un romanzo per ragazzi e, prima ancora, una raccolta di fiabe. ma Fiammetta rossi, romana, che vive a Vigevano da 4 anni a poca distanza dal “fiume azzurro”, ritiene l’argine un luogo magico. E racconta il suo “La strana bottega del signor Balaji” (Leucotea edi- zioni) proprio con un’aura di magia. Giulia – è la trama – ha appena iniziato la prima superiore in nuova prestigiosa scuola della sua zona. il suo carattere schivo, dovuto alla perdita prematura del padre, fa sì che spesso si isoli dalla sua classe e che abbia poche amicizie. Maya è una ragazza solare, abituata a viaggiare e che cambia spesso scuola, con il nonno, il signor Balaji, che gestisce una bottega dove si dice abbiamo oggetti magici... in effetti dal loro arrivo in città accadono cose strane. Anche se con un inizio un po’ travagliato, tra misteri e oggetti che sembrano fatati, le due ragazze diventeranno amiche facendo tornare in Giulia la fiducia nelle persone e un nuovo sogno per sé.
«Ho scelto di dedicare ai giovanissimi il mio primo romanzo - aggiunge l’autrice - perché voglio riferirmi al talento che ognuno di noi possiede e che si deve coltivare. E, indipendentemente da quali siano questi talenti, vanno scoperti e portati alla luce, anche a costo di tanti sacrifici. Ci sono tanti geni potenziali tra i ragazzi e spesso non lo scopriamo mai. Purtroppo non tutti sono disposti a rinunciare alla pancia piena per mettersi in gioco e rischiare. Eppure ci sono ragazzi talentuosi che non sanno nemmeno di esserlo, e quando lo scoprono è troppo tardi perché nessuno ha coltivato il loro dono: vuoi per ignoranza, vuoi perché non ci sono soldi, vuoi perché non ci credono, o perché vogliono il lavoro subito quale che sia a qualsiasi micro stipendio. Quindi abbiamo dei possibili geni che fanno… i tornitori per pagarsi l'affitto, solo perché nessuno ha mai pensato o detto loro che potevano fare altro. Il punto è che il talento, prima o poi, viene sempre fuori. E allora, o si vive di rimpianti, oppure si ha il coraggio di ricominciare, magari proprio a quarant'anni! Come una signora che, dopo aver letto il libro, mi ha confidato di sentirsi come Lucia – una delle protagoniste più adulte - sempre sulla soglia della Bottega dei Desideri indecisa se entrare o no. Rinunciare al comodo lavoro di ragioniera per mettere in piedi un asilo nido oppure no? Chissà cosa farà». Il libro, dedicato ai giovani dai 10 ai 14 anni, è uscito il 18 gennaio e si avvia alla quarta ristampa. È stato inserito in un gruppo di lettura in una scuola media di Roma. «Confortata da questo risultato - prosegue la scrittrice - lo sto proponendo nelle scuole medie e prima liceo di Vigevano. Del resto offre vari spunti di riflessione: i valori della famiglia, dell’amicizia, dell’istruzione, dell’umiltà, dell’onestà e della vera essenza della vita. Sono fiduciosa».

Davide Maniaci
Foto
Commenti
Altre notizie di Tempo Libero
I dinosauri invadono Milano
Un indimenticabile viaggio a ritroso nel tempo, 250 milioni di anni fa nell’Era Mesozoica passando per il periodo Triassico, Giurassico e Cretaceo…
Ghislieri: il coro sta tornando
Il Coro Universitario del Collegio Ghislieri sta tornando!   Dalla prossima settimana ricominciano le attività del Coro Universitario del Collegio…
Centodieci anni fa il primo numero del Corriere dei Piccoli
Il mitico numero uno del Corriere dei Piccoli, la prima testata a fumetti dell’editoria italiana, viene pubblicato il 27 dicembre 1908, centodieci…
"Il viaggio a Reims" inaugura la stagione d'opera del Fraschini
L’allestimento che andrà in scena al Fraschini è frutto della coproduzione dei cinque teatri di tradizione di OperaLombardia, oltre a Pavia, il…
Due giorni western con indiani e cowboy
Un appuntamento da non perdere per gli amanti del genere western e della musica country. Oggi pomeriggio (sabato), dalle 14, prenderanno il via…
"Te lo dico pianissimo": con Stefano Chiodaroli dall’aperitivo alla proiezione
«La mia vita d’attore è stata una scampagnata, se togliamo soltanto i primi 30 anni di stenti». Parola di Stefano Chiodaroli, che cita un vecchio…