contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Attualità
Lo riferisce Coldiretti
In vacanza con gli animali un italiano su tre
pubblicato il 9 luglio 2018 alle ore 19:11

Quest’estate parte in vacanza con il proprio animale quasi un italiano su tre (29%) che lo possiede grazie ad una accresciuta cultura dell’ospitalità “pet friendly” lungo tutta la Penisola. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che solo una minoranza del 15% rinuncia perché non è possibile accoglierlo nella struttura mentre per i restanti si tratta di una scelta. Sono dunque 6,2 milioni – sottolinea la Coldiretti – gli italiani in vacanza con animali al seguito, soprattutto cani e gatti ma anche uccelli conigli, tartarughe e pesci.

Il 60% degli italiani in viaggio – riferisce www.coldiretti.it – ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti e amici o in affitto dove si cerca di ricreare l’ambiente domestico per ridurre al minimo lo stress del cambiamento. Ma nella classifica delle preferenze ci sono nell’ordine anche alberghi, bed and breakfast, e gli agriturismi che nella maggioranza dei casi sono in grado di garantire agli amici animali domestici una meritata vacanza all’insegna della riconquista della libertà e della vicinanza ai loro padroni. E’ bene però informarsi sempre prima www.campagnamica.it e concordate le modalità dell’ospitalità per rendere tutto armonico anche nel rispetto delle esigenze degli altri ospiti.

Se è il mare a fare la parte del leone per più di 6 italiani su 10 (62%), al secondo posto – precisa la Coldiretti si classificano le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna. Sono sempre più numerose – continua la Coldiretti – anche le spiagge che consentono di non separarsi dal proprio animale al quale in alcuni  casi vengono addirittura offerti servizi di svago e di pulizia.

Ma se si parte con il proprio animale è utile adottare alcune misure preventive. In vacanza, infatti, – sottolinea la Coldiretti – si passa molto tempo all’aperto dove si possono incontrare altri animali ed è quindi consigliabile una visita dal veterinario per una verifica di tutte le vaccinazioni. In valigia poi è utile avere scorte del cibo preferito dal proprio pet, qualche giocattolo che può farlo sentire a casa e anche un kit del pronto soccorso con disinfettante, garze, cerotti per animali, una pinzetta per asportare corpi estranei da zampe e magari un prodotto contro il mal d’auto se si devono affrontare viaggi lunghi.

Una volta arrivati a destinazione – conclude la Coldiretti – è bene tenere sotto controllo il proprio animale per evitare che disturbi altre persone o che sporchi dove non deve, rispettando regole di buona educazione e convivenza che valgono un po’ per tutti.

L'informatore
Commenti
Altre notizie di Attualità
Valente, quando la scienza si fa arte: cellule e virus diventano forme dell'immaginario
Le forme che osservava al microscopio, oggi le plasma in sculture e istallazioni. Vittorio Valente, classe 1954, dopo aver lavorato per anni al…
Vigevano, da domenica via all'attività dell'aviosuperficie di strada dello Scoglio
Un punto di riferimento per tutta la città e non soltanto per gli appassionati di volo. Riparte domenica, dopo quasi quattro anni di stop, l'…
Caldo, estate addio dopo un settembre di fuoco
Arriva l’autunno dopo un ultimo scorcio d’estate che in Lombardia è stato "di fuoco". È quanto emerge dalle elaborazioni della Coldiretti regionale…
#Vigevano: da ottobre scatta il #Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni
Da ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Per la prima volta l’Istat rileva, con un cadenza annuale e…
2018: il quarto anno più caldo del pianeta
L’ultima bolla di calore di settembre segna un 2018 che si classifica fino ad ora al quarto posto tra gli anni più bollenti del pianeta facendo…
#Maugeri, lo sciopero: «insostenibili gli aumenti previsti dal contratto pubblico»
“Siamo dispiaciuti che alcune organizzazioni sindacali abbiamo, alla fine, voluto percorrere la strada dello sciopero e comprendiamo anche la…