contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Attualità
Firmato l’accordo in materia di formazione, ricerca, internazionalizzazione e inserimento nel mondo del lavoro degli allievi della scuola universitaria.
Iuss Pavia e Confindustria Pavia insieme per formare la classe dirigente del domani
pubblicato il 10 novembre 2017 alle ore 09:39

Si è tenuta mercoledì mattina, presso il Palazzo del Broletto, sede dello Iuss Pavia, la firma della convenzione tra la Scuola superiore universitaria e Confindustria Pavia per l’avvio di una collaborazione nei settori della formazione, ricerca, innovazione, internazionalizzazione e inserimento nel mondo del lavoro degli Allievi IUSS.

«Questo è un accordo importante per la Scuola IUSS, in quanto permette di attivare una collaborazione preziosa con un ente autorevole, quale Confindustria. Dal punto di vista dello IUSS è di grande soddisfazione contribuire non solo alla formazione del talento, ma anche favorire l’incontro tra giovani capaci e meritevoli e il mondo della produzione e della realtà aziendale. Un’altra opportunità offerta dall’accordo è di sviluppare collaborazioni anche nell’ambito della ricerca. L’incontro tra realtà produttive e Università è spesso indicato come punto debole del Sistema Italia. Accordi come questo possono invertire la tendenza», ha detto il rettore dello Iuss, Michele Di Francesco.

«Il significato della convenzione è questo: fare del sistema pavese un modello di alta formazione permanente. E ancora una volta Confindustria Pavia dimostra la propria sensibilità nei confronti di uno dei valori strategici che ci permettono di vincere le sfide del mercato globale e rendere l’impresa italiana sempre tra i primi posti nelle competizioni internazionali», ha commentato a sua volta Marco Salvadeo, vice presidente di Confindustria Pavia, con delega alla qualificazione delle competenze delle persone. «Questo valore si chiama talento. Le nostre imprese investono sul capitale umano, sulla competenza delle persone, in quanto sono sicure delle sensibili ricadute economiche riscontrabili anche nello sviluppo del territorio».

La convenzione prevede inoltre programmi per aiutare gli allievi nell’orientamento in uscita dal percorso universitario rendendoli più consapevoli delle proprie scelte professionali e finalizzati ad agevolare l’inizio della carriera professionale e l’inserimento nel mondo del lavoro degli allievi creando forme privilegiate di collegamento con le imprese associate; programmi finalizzati ad avvicinare le imprese del territorio alle attività della Scuola IUSS per facilitare il trasferimento di conoscenze d’avanguardia nelle attività produttive; formazione, aggiornamento e orientamento professionale e imprenditoriale; programmi di ricerca finalizzata all’applicazione dei risultati in ambito produttivo; diffusione e trasferimento delle tecnologie.

«Pavia è Università, collegi universitari e Scuole superiori, com’è appunto lo Iuss». Ha detto ancora Salvadeo. «È un modello che ha pochi pari in Europa ed è l’unica realtà di alta formazione in Lombardia. È una filiera della formazione e della creazione di classe dirigente delle nostre imprese. Con la convenzione che firmiamo oggi questo sistema pavese diventa ancora più ricco. Perché alla teoria viene aggiunta la parte pratica, che si traduce in un concreto ingresso nel mondo delle imprese. L’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro, prima ancora che abbiano terminato il proprio percorso di studi, è determinante e fondamentale, proietta l’istruzione più all’interno dell’impresa e viceversa rendendo gli studenti pronti e preparati al mondo del lavoro. Personalmente ritengo che lo Iuss sia il terreno giusto per realizzare questo grande progetto di alta formazione».

«In questo modo si pongono le fondamenta di un rapporto di collaborazione tra due istituzioni che hanno un forte collegamento con il proprio territorio e che intendono cooperare per accrescere la competitività delle imprese valorizzando i talenti e le conoscenze degli allievi della Scuola», ha concluso a sua volta Stefano Moratti, delegato placement IUSS Pavia.

L'Informatore
Commenti
Altre notizie di Attualità
#Maugeri: così cambia la medicina riabilitativa
La Maugeri riflette sul suo modello clinico e organizzativo. Domani, al Centro Congressi di via S. Maugeri 6, a Pavia, a partire dalle ore 9,00,…
Clir, grave spaccatura: Mortara, Mede, Sartirana e Ceretto lasciano l’assemblea
I sindaci soci non sono riusciti a eleggere i componenti del nuovo Cda del Clir, la società che si occupa di raccolta rifiuti per 42 comuni…
Riaperti ai camion due ponti sull'Agogna
Torna a respirare la viabilità dell'alta Lomellina. Dal tardo pomeriggio di oggi, venerdì 15, i mezzi pesanti potranno di nuovo passare sulle…
Disboscamento a lato della ferrovia
VIGEVANO - Disboscamento di alberi a lato della ferrovia, all'altezza di corso Genova. A segnalare il caso al nostro giornale è l'ex consigliere…
Rifiuti abbandonati, multe da 250 euro
VIGEVANO - Grazie alle fototrappole e agli appostamenti di agenti della polizia locale in borghese iniziati in questi giorni sono 47 i multati per…
Per investire e innovare, 190 milioni da un pool di banche
Centonovanta milioni di euro per sostenere gli investimenti e l’innovazione in Sanità: è il risultato della operazione di rifinanziamento debito…