contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Tempo Libero
Sabato sera in centro si tirerà tardi girando tra tantissimi eventi #Vigevano
Tutto in una notte... (che non c’era)
La notte è piccola per noi, forse troppo piccolina. L’anteprima del Festival delle Trasformazioni, la “Notte che non c’era”, si dipanerà questo sabato tirando tardi con una serie di eventi quasi infinita. Sarà impossibile annoiarsi per le tantissime proposte, ma difficile sceglierle. E per questo la passeggiata tra le vie del centro di Vigevano potrà essere oltremodo stimolante.
pubblicato il 21 settembre 2018 alle ore 18:15

E, forse, sarà anche in grado di prendere tutti per la gola con lo street food e le bevante servite nel cortile del Castello. Non sono solo le bancarelle ambulanti ad essersi messe in gioco, ma anche molti esercenti del centro storico per rendere questa notte illuminata a giorno un patrimonio davvero “di tutti”. Le esperienze sensoriali non si limitano al cibo, ma dalle 20,30 coinvolgono anche i caffè, la matita e la scrittura e le “parole in cartolina”, un viaggio immaginario. L’arte e la fotografia sono altresì ben rappresentate tra mostre ed eventi culturali.
Se “Paesaggi sospesi - Oggetti quasi” di Roberto Pelli (nella foto una sua opera) e Michele Protti è già aperta nella Strada Sotterranea del Castello dallo scorso 8 settembre, altre apriranno per l'occasione: si va da “Pay Attention” dell’artista SexSexSex presso The Outarlet Gallery, a quella di Daniel Berehulak, fotografo che lavora per il New York Times, nelle prigioni del Castello Sforzesco fino a quella di Eve Carcan e le sue tele a tema Onu. Il curatore di quest’ultima, Fortunato D’Amico, si occupa anche di Smart City («una via latina al cambiamento») nella Seconda scuderia. Intanto via Dante
sarà la “strada dell’arte” grazie a commercianti ed artisti locali, mentre a cura di Estro & Anna Olivelli in via Caduti per la Liberazione ecco la Tessitura creativa.
Ma “La notte che non c’era” è anche musica: chiunque ha diritto di passeggiare ed essere cullato da suoni ovattati. I “pesi massimi” locali si sono tutti messi in gioco. Da Laroom a Ondedurto Arte, nel portone di via XX Settembre fino alla Vox Organi (con l’orchestra Città di Vigevano) nella prima scuderia del Castello e ad Arte il Faro a Palazzo Roncalli, Vigevano sarà un incontro infinito di note. Ma basta semplicemente vagare senza meta per trovare, con la frequenza di pochi metri, tantissime altre suggestioni tra danza e concertini, con anche dimostrazioni di arti marziali. Per i contemplativi ecco i salotti letterari: oltre agli eventi alla libreria Le Notti Bianche, che uniscono beveraggio e cultura, anche i “Racconti nel pallone” a tema calcio, autori vari, nel cortile del palazzo Municipale.
I più piccoli avranno l’alternativa di “Burlando in fiaba” in via Silva a cura di Csa Vigevano, della “Notte dei giochi” (da tavolo, a cura dell’associazione Dadi Ducali) a Palazzo Roncalli o del Treno della Gentilezza a Palazzo Merula. Perché quando una notte “non c’era”, o non c’è mai stata, l’attesa dell’alba è superflua. Bisogna soltanto vagare senza meta, farsi guidare dall’istinto, provare tutto e tornare a casa sapendo che davvero l’unica voce che risuonava era quella della cultura.

Davide Maniaci
Commenti
Altre notizie di Tempo Libero
I dinosauri invadono Milano
Un indimenticabile viaggio a ritroso nel tempo, 250 milioni di anni fa nell’Era Mesozoica passando per il periodo Triassico, Giurassico e Cretaceo…
Ghislieri: il coro sta tornando
Il Coro Universitario del Collegio Ghislieri sta tornando!   Dalla prossima settimana ricominciano le attività del Coro Universitario del Collegio…
Centodieci anni fa il primo numero del Corriere dei Piccoli
Il mitico numero uno del Corriere dei Piccoli, la prima testata a fumetti dell’editoria italiana, viene pubblicato il 27 dicembre 1908, centodieci…
"Il viaggio a Reims" inaugura la stagione d'opera del Fraschini
L’allestimento che andrà in scena al Fraschini è frutto della coproduzione dei cinque teatri di tradizione di OperaLombardia, oltre a Pavia, il…
Due giorni western con indiani e cowboy
Un appuntamento da non perdere per gli amanti del genere western e della musica country. Oggi pomeriggio (sabato), dalle 14, prenderanno il via…
"Te lo dico pianissimo": con Stefano Chiodaroli dall’aperitivo alla proiezione
«La mia vita d’attore è stata una scampagnata, se togliamo soltanto i primi 30 anni di stenti». Parola di Stefano Chiodaroli, che cita un vecchio…