contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Attualità
Questa mattina la presentazione ufficiale del progetto in Vescovado
Ecco il nuovo volto di piazza Sant'Ambrogio
Maggiori spazi pedonali, razionalizzazione del flusso veicolare, verde e arredo urbano. Si interverrà anche nei pressi del Bussi e del Mercato Coperto
pubblicato il 10 gennaio 2018 alle ore 15:07

Potrebbero partire già in primavera i lavori di riqualificazione di piazza Sant'Ambrogio. Questa mattina in Vescovado - presente sua Eccellenza monsignor Maurizio Gervasoni e don Paolo Scevola per la Diocesi, il sindaco Andrea Sala, il suo vice Andrea Ceffa e gli assessori Riccardo Ghia e Luigi Pigola - è stato ufficialmente presentato il progetto, firmato dagli architetto Valerio Oddo e Raquel Lopez, e l'ingegner Fabio Ditrani. Un progetto semplice, ma estremamente elegante e funzionale, che si basa su alcuni cardini: mantenimento dell’attuale destinazione a parcheggio pubblico; razionalizzazione della viabilità veicolare; pedonalizzazione del proseguimento di via Roma prospiciente l’ingresso della Curia; creazione di nuovi percorsi pedonali e ridefinizione degli attuali marciapiedi; creazione di un’area sicura e dignitosa prospiciente gli accessi alla scuola media Bussi; inserimento di nuovi elementi arborei e di arredo urbano. In particolarev iene eliminato il tratto di viabilità pubblica che attualmente si innesta in piazza Sant’Ambrogio ridisegnando un nuovo tracciato che, unendo le due aree attualmente destinate a parcheggio (quella davanti alla scuola media G. Bussi e quella prospicente il mercato) permette di disimpegnare il flusso delle auto riposizionandone il punto di immissione nelle immediate vicinanze dell’incrocio di via B. Buozzi con via Rocca Vecchia. In questo modo viene garantita la continuità del percorso pedonale che unisce l’accesso della Cavallerizza a via Roma passando da via Rocca Vecchia e dal mercato coperto.
Viene ridefinita geometricamente l’aiuola spartitraffico contenente i grossi tigli esistenti che separano i due sensi di marcia. Il posizionamento di alti cordoli di granito che ridefiniscono i limiti della nuova carreggiata produce altresì una barriera all’attraversamento pedonale e alla sosta delle auto nel tratto di scorrimento. Il disegno della nuova aiuola tiene conto della necessità di una maggiore distanza dei cordoli dalle radici degli alberi che nel corso degli anni hanno divelto i cordoli e l’asfalto.
La nuova via di accesso al parcheggio sarà a doppia corsia permettendo così flussi di traffico a due velocità rendendo più fluido lo scorrimento del traffico in entrata ed uscita dal parcheggio senza ostacolare lo scorrimento del traffico cittadino.
Viene ridefinita un’area attrezzata e sicura davanti agli accessi della scuola media G. Bussi destinando una superficie maggiore di quella attualmente dedicata all’attesa dei ragazzi. L’area viene ridefinita nelle sue geometrie posizionando alberi di medio fusto e panchine in pietra che possano ospitare chi attende l’uscita degli studenti. L'intervento verrà esteso a via Rocca Vecchia e all’area del mercato coperto dove viene indicata come prioritria la sostituzione della pavimentazione, la risoluzione del problema delle radici degli alberi che negli anni hanno divelto e di fatto reso inutilizzabile il marciapiede e l’individuazione di uno spazio all’interno del quale alloggiare tutti i bidoni della spazzatura che attualmente sono disseminati lungo il fronte del mercato coperto. Viene così proposta una nuova pavimentazione in porfido a spacco a sostituzione dell’attuale gettata di cemento lisciato che caratterizza il mercato. La scelta del materiale deve altresì tener conto del ridotto spessore a disposizione dovuto alla presenza della sottostante soletta in calcestruzzo che attualmente ricopre il naviglio. Vengono eliminati gli attuali stalli a ridosso del mercato ampliando il marciapiede al suo esterno e permettendo così l’utilizzo dell’area coperta nella sua totalità in occasione di manifestazioni ed eventualmente per ampliare il sedime del plateatico dei locali commerciali, oggi ridotto. Viene previsto un ampio cordolo rialzato di separazione tra l’area coperta ed il nuovo marciapiede in modo da contenere la storica alberatura e le sue radici.

Online anche il video della conferenza stampa odierna

 

Mario Pacali
Foto
Video
Commenti
Altre notizie di Attualità
Emergenza buche: più risorse ai Comuni dagli autovelox
Girare ai Comuni il 50% delle multe degli autovelox per la manutenzione della viabilità provinciale. È la proposta contenuta in una mozione…
Family Run, lunedì via alle iscrizioni
Un mese esatto ci separa dalla tredicesima edizione della Family Run, la marcia non competitiva organizzata dall’Associazione Culturale Carlo…
"La battaglia del Ticino": questa sera un incontro in Castello
Una serata per raccogliere fondi a sostegno della rievocazione storica della battaglia del Ticino del 218 a.C, in programma per il mese di ottobre.…
Asm Energia, «sempre più vicini al territorio»: apre lo sportello di Gambolò
Una mission chiara, che rappresenta il cuore stesso di un’azienda come Asm Energia S.p.A: sostenere una sempre più forte vicinanza ai cittadini,…
#Parco del Ticino nella bufera: Duse e Bassi rimettono le deleghe
Colpo di scena al Parco del Ticino. Il vice presidente Luigi Duse (in quota al Pd) e la consigliera Beatrice Bassi (indicata da Forza Italia),…
Da Pavia all'Unesco: il professor Santosuosso membro della Commissione mondiale
Il prof. Amedeo Santosuosso ha ricevuto la nomina a membro della World Commission on the Ethics of Scientific Knowledge and Technology (COMEST -…