contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Attualità
Le testimonianze saranno raccolte in un video e in uno spettacolo teatrale a cura del regista Corrado Gambi
Lavoro e memoria: il viaggio nell’Ursus degli studenti del Casale
L’appello alla città: «Siamo alla ricerca di storie di ex operai e impiegati»
pubblicato il 9 febbraio 2018 alle ore 08:30
Una foto storica dell'Ursus Gomma

Un gruppo di studenti dell’istituto Casale di Vigevano, sotto la guida del regista Corrado Gambi, ha deciso di affrontare uno dei capitoli più importanti del passato industriale della nostra città: l’Ursus, la più grande azienda di calzature in gomma e articoli tecnici a Vigevano, fondata nel 1931. Perché il progetto possa svilupparsi, però, serve un tipo di materiale imprescindibile: le storie. «Siamo alla ricerca di storie – spiega Corrado Gambi – di più storie possibili. Di operai, di dipendenti, di sindacalisti, di fornitori, di dirigenti. Voci diverse, di varia natura, di chiunque ci abbia lavorato. In particolare negli anni Cinquanta e Sessanta, ma in generale di chiunque abbia conosciuto quella realtà. Con i ragazzi raccoglieremo le testimonianze, abbiamo già realizzato alcune interviste. Al momento ci mancano un po’ le voci degli operai. Facciamo un appello perché chi ha vissuto in quegli anni si faccia avanti e ci offra la propria testimonianza». Il materiale raccolto sarà elaborato anche in un video di circa quattro minuti, una sorta di trailer di quello che diventerà lo spettacolo teatrale vero e proprio, che andrà in scena nel mese di maggio.  «Il tema principale del progetto è il lavoro – spiega il regista – partendo dagli articoli 1 e 4 della nostra Costituzione. Attraverso le storie, ci riproponiamo di ricostruire lo spaccato di un’epoca. L’Ursus ha rappresentato una pagina importantissima della storia di Vigevano. Vogliamo quindi recuperare una memoria storica per riuscire ad affrontare con una prospettiva diversa anche i problemi dell’oggi. Per questo è fondamentale che la città stessa partecipi». Il progetto è già finalista al concorso ministeriale “Dalle aule parlamentari alle aule di scuole. Lezioni di Costituzione”.

 

L'articolo completo sul numero de L'Informatore Vigevanese in edicola

Ilaria Dainesi
Commenti
Altre notizie di Attualità
Tribunale, continuare con la battaglia per la riapertura
Numeri alla mano la riforma della giustizia, che quattro anni fa ha ridisegnato la "geografia" dei Tribunali italiani cancellando quello di…
Pendolari, storie di quotidiane "disavventure"
Un'avventura, anzi una "disavventura" quotidiana. E' quella che devono affrontare i viaggiatori della linea ferroviaria Milano-Mortara, almeno 20…
Vita da cliente tra comunicazione, pricing... e lusso
Diciamoci la verità. Quante volte ci è capitato di acquistare questo o quel prodotto e di finire chiedendoci - osservandolo - chi ce lo abbia fatto…
Luci spente per "M'illumino di meno"
La 14esima edizione di "M'illumino di Meno" è dedicata alla bellezza del camminare e dell'andare a piedi. «Perché sotto i nostri piedi c'è la Terra…
Simac: visitatori in forte aumento
Simac Tanning Tech chiude l’edizione 2018 con un aumento di visitatori: l’affluenza in fiera è andata oltre le più ottimistiche previsioni,…
Saving Lasca: al via il progetto transnazionale Italia-Slovenia
Si chiama “Life Saving Lasca”, il progetto Life transnazionale cofinanziato dalla Comunità Europea che vede  il Parco del Ticino  e il Fisheries…