contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Tempo Libero
Nuova gestione per il ristorante di via Merula a Vigevano: un “giro del mondo” gastronomico
La.Drogheria: tecnica eccelsa, cucina creativa
pubblicato il 16 novembre 2018 alle ore 18:09

L’aspetto è proprio quello della “Drogheria” di una volta, con tantissimi generi alimentari esposti e un’atmosfera da casa di ringhiera. Ma gli arredi e gli orpelli sono modernissimi. Si presenta con questo approccio il nuovo ristorante di via Merula 39. Un viaggio gastronomico intorno al globo che, dopo aver messo nel sacchetto della spesa ingredienti dal mondo, torna a casa «con un pugno di riso, degli spaghetti e una manciata di sale», poi mescolati dalla tecnica eccellente e dalla creatività dello chef Lele Picelli, cavallo di razza per tanti anni della ristorazione milanese. Alla Drogheria, oltre che per mangiare bene a prezzi contenuti (un antipasto costa 10 euro, un secondo 15, a pranzo si esce sazi e contenti con 15 euro totali e la proposta cambia ogni mezzogiorno), anche per i dettagli. Il pane lo sfornano loro, il caffè è ancora quello della moka per una scelta precisa, quella di scivolare nell’atmosfera di un’autentica bottega milanese degli anni ‘60, dove si poteva sia comprare da mangiare, sia fermarsi. Oppure la carta del menù, che viene variata 4 volte all’anno seguendo la stagionalità e con attenzione al “senza glutine”. «Alle signore - aggiunge Picelli - diamo un menù in cui non c’è scritto il prezzo, quello “argento”. Per i loro accompagnatori ecco invece quello “oro”, che i prezzi li ha. Qui si fa una cucina di concetto con porzioni generose. Un’intera pagina della carta è dedicata ai risotti, non possiamo non partire da qui. Ma poi si viaggia. C’è anche la possibilità di una degustazione, che io chiamo “la roulette russa”. Cinque piatti a fantasia mia, a seconda di quello che il mercato mi ha offerto quella mattina. In cucina siamo in tre, ci sono anche Roberto e Giacomo, più sei camerieri che si alternano tra pranzo e cena».
Cosa cucinerebbe oggi chef Lele? «Oggi come degustazione potrei proporre una coppa di maiale cotta a bassa temperatura con una salsa alla soja e riso, un risotto con un “formaggino” a base di grana che faccio io, un piatto che potrei chiamare “non sono un’oca, ma sono un’anatra” laccata al melograno e purè di montagna, una zucca caramellata al sesamo cantonese. Il dolce, dato che siamo in autunno, sarebbe a base di caco». Il locale, che ha anche un delizioso cortile sul retro a mo’ di bistrò francese, ha 40 posti. La chiusura è martedì. La pagina Instagram si chiama “La Drogheria Vigevano”, mentre il numero di telefono è 339.5404080.

 

L'informatore
Foto
Commenti
Altre notizie di Tempo Libero
Tanti eventi natalizi in tutta la Lomellina
Il Natale entra nel vivo questo fine settimana anche a GAMBOLÒ. Domani sera (venerdì), alle 21, verranno accese le luci dell’albero di Natale in…
Natale sotto la torre: le iniziative del weekend
La seconda settimana di eventi della rassegna Natale sotto la Torre a Vigevano prende il via domani sera (venerdì, dalle 19,30 all'1) nella…
I Sacred roots chiuderanno la stagione musicale "Su di tono"
La rassegna "Su di tono" termina col botto. Il gran finale sarà stasera, domenica 2 dicembre, con "le radici profonde dell'anima afro-americana".…
“A testa in giù”: Gioele Dix dirige Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni
Continua la serie dei grandi nomi della prosa al teatro Besostri, dove sabato 1° dicembre alle 21 Gioele Dix dirigerà Emilio Solfrizzi e Paola…
“Tempo di Chet”: la versione di Baker di Paolo Fresu
Primo appuntamento della rassegna Altri Percorsi, sabato 1° dicembre al teatro Cagnoni di Vigevano (con inizio alle ore 21) arriva “Tempo di CHET.…
Concerto di Natale in Duomo
Il 1° dicembre, con inizio alle 21, si terrà il tradizionale concerto di Natale in Duomo a Vigevano offerto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano…