contatti    pagina facebook   pagina twitter -->
HOME Cronaca Attualità Tempo Libero Sport L'Informatore Shoes Chi siamo
Tempo Libero
Questa sera l'incontro pubblico in Biblioteca a #Vigevano
Andrea Franzoso, il disobbediente
Andrea Franzoso tre anni fa aveva scoperto che il presidente della società in cui lavorava, Ferrovie Nord Milano, addebitava all’azienda le sue spese personali. Ha fatto quello che dovrebbe fare chiunque: ha segnalato la cosa prima internamente, poi ai carabinieri firmando l’esposto col suo nome e cognome. Il presidente è stato condannato, ma lui ha perso il lavoro. Racconterà la sua storia incredibile, culminata nel libro “Il disobbediente” (PaperFIRST), venerdì 16 marzo alle ore 21 in biblioteca a Vigevano.
pubblicato il 26 marzo 2018 alle ore 01:35

«Quello che ho scoperto nelle mie mansioni di controllo – racconta Franzoso, contattato in anteprima – forma un elenco sterminato. Il capo addebitava all’azienda abiti firmati, viaggi, serate in locali notturni, poker online, film porno, articoli di profumeria, le bollette del telefono, oltre 180 mila euro di multe accumulate dal figlio con l’auto aziendale. Quando ho segnalato internamente mi è stato detto di lasciar perdere, di farmi furbo». Altri gli consigliarono di utilizzare quelle informazioni “a proprio vantaggio”, prospettando un avanzamento di carriera. Come contropartita gli chiesero di “ammorbidire” la lista delle spese folli di cui era a conoscenza. In quel momento Franzoso, ora 41enne, decise di presentarsi dai carabinieri. Il giorno dopo partì l’inchiesta della Procura di Milano per peculato e truffa aggravata. Il presidente Norberto Achille fu costretto a dimettersi, rinviato a giudizio e poi condannato a 2 anni e otto mesi di carcere. «Ma io – continua – ho subito ritorsioni e un trasferimento in un altro ufficio senza compiti di controllo. La maggior parte dei colleghi mi ha voltato le spalle. Poi, isolato, ho perso il lavoro. Ma non mi sono mai pentito. Mai. Rifarei tutto, per continuare ad essere un uomo libero». Ma Andrea Franzoso non è rimasto completamente solo. Centinaia di sconosciuti, anche attraverso i social, gli hanno scritto messaggi di solidarietà e lo hanno convinto a creare un libro. Adesso la scrittura è il suo lavoro: è autore per la Loft, una casa di produzione televisiva di un gruppo editoriale. «Più diffusa e dolorosa – prosegue – è stata l’indifferenza da parte di molti, o il voltafaccia da parte di alcuni che credevo amici. Ma credo fosse più opportunismo che paura. Neanche i sindacati si sono fatti vivi. Nel mio caso la solidarietà tra lavoratori è stata inesistente».

Ma “Il disobbediente” non è un libro-denuncia. Lo scandalo delle “spese pazze” è lo sfondo narrativo in cui Franzoso spiega le ragioni della sua scelta e il dilemma tra salvare la propria carriera o la propria coscienza. «Vorrei portare speranza – dichiara – e far capire che le cose possono cambiare se accettiamo di metterci in gioco e di rischiare di pagare un prezzo personale. La storia adesso appartiene ai miei lettori, a chi non si rassegna. Durante la presentazione racconterò tante cose, ma metà della parte la faranno i presenti. Sarei felice di parlare con loro».
In un paese dove “chi fa la spia non è figlio di Maria” (ed il contrario di “spia”, a volte, si chiama “omertà”), Franzoso non vuole definirsi un “eroe”, ma qualcuno che ha fatto semplicemente il proprio dovere. Un uomo che non ha voluto farsi gli affari suoi, ma segnalare una minaccia al bene comune. Dovrebbe essere normale. Servono persone perbene, non eroi. L’evento è organizzato dal presidio vigevanese di Libera e dall’Anpi, in collaborazione con la libreria “Le notti bianche”.

Davide Maniaci
Commenti
Altre notizie di Tempo Libero
Tanti eventi natalizi in tutta la Lomellina
Il Natale entra nel vivo questo fine settimana anche a GAMBOLÒ. Domani sera (venerdì), alle 21, verranno accese le luci dell’albero di Natale in…
Natale sotto la torre: le iniziative del weekend
La seconda settimana di eventi della rassegna Natale sotto la Torre a Vigevano prende il via domani sera (venerdì, dalle 19,30 all'1) nella…
I Sacred roots chiuderanno la stagione musicale "Su di tono"
La rassegna "Su di tono" termina col botto. Il gran finale sarà stasera, domenica 2 dicembre, con "le radici profonde dell'anima afro-americana".…
“A testa in giù”: Gioele Dix dirige Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni
Continua la serie dei grandi nomi della prosa al teatro Besostri, dove sabato 1° dicembre alle 21 Gioele Dix dirigerà Emilio Solfrizzi e Paola…
“Tempo di Chet”: la versione di Baker di Paolo Fresu
Primo appuntamento della rassegna Altri Percorsi, sabato 1° dicembre al teatro Cagnoni di Vigevano (con inizio alle ore 21) arriva “Tempo di CHET.…
Concerto di Natale in Duomo
Il 1° dicembre, con inizio alle 21, si terrà il tradizionale concerto di Natale in Duomo a Vigevano offerto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano…